Caramelle per la tosse come farle in casa….

La tosse è uno di quei sintomi che tutti abbiamo sperimentato almeno una volta. Finchè ci si limita a qualche colpo di tosse sporadico è un conto, ma quando la tosse diventa persistente e fastidiosa allora bisogna correre ai ripari. Esistono numerosi rimedi per la tosse, uno dei più efficaci sono le caramelle per la gola. Comode e pratiche  si possono portare ovunque e assumerle quando se ne ha la necessità, proprio per questo motivo sono molto usate.  Trovare le caramelle per la gola è facile le troviamo in farmacia in erboristeria e anche al supermercato, ma perchè non farle in casa? Per fare le caramelle per la tosse servono pochi ingredienti vediamo quali:  Acqua, zucchero di canna, succo di limone, miele e zenzero. Vediamo ora come fare a prepararle, per prima cosa versiamo in un pentolino 4/5 cucchiai di acqua poi aggiungiamo 6 cucchiai di zucchero di canna. Si consiglia lo zucchero di canna perchè meno raffinato ma va benissimo anche zucchero normale. Nel pentolino assieme allo zucchero e all’acqua agiungiamo 2 cucciai di succo di limone facendo attenzione a non far cadere dei noccioli. Il limone serve nelle caramelle per la tosse perchè è un potente antivirale e fonte inesauribile di vitamine C. A questo punto aggiungiamo del miele 2 cucchiai e mescoliamo il tutto sul fuoco basso. Gli ingredienti devono iniziare  ad amalgamarsi ed addensarsi. Adesso è il turno dello zenzero ne aggiungiamo un cucchiaio, si può usare lo zenzero in polvere o la radice di zenzero da grattugiare. Lo zenzero è uno dei rimedi migliori per le malattie da raffreddore e combatte in modo efficace la tosse.  Per finire aggiungiamo uno o due chiodi di garofano sbriciolati, questi servono a rafforzare maggiormente l’efficacia delle caramelle. I chiodi di garofano possiedono un alto contenuto di antiossidanti e polifenoli ideali per la nostra salute. Mescoliamo il tutto fino a quando non bolle e forma una schiuma bianca, a quel punto togliamo dal fuoco  e mescoliamo fino a che la schiuma non si riduce.  Per verificare che le caramelle siano pronte facciamo una prova con un bicchiere di acqua molto fredda, lasciamo cadere un pò di prodotto nell’acqua e se solidifica subito è pronto. a questo punto lasciamo raffreddare. Una volta raffreddato con l’aiuto di un cucchiaio formate delle gocce su una teglia ricoperta con carta da forno.  Per finire cospargiamole di zucchero a velo che serve per dargli un sapore gustoso e anche per non fare attaccare le caramelle tra di loro, poi lasciamole a solidificare a temperatura ambiente  e poi le mettiamo nel freezer. Una volta solidificate per bene le nostre caramelle per la tosse sono pronte da gustare.

 

 

 

Il latte ti fa bella.. trattamenti fai da te!

Oggi parliamo del latte e dei suoi utilizzi. Il latte non è solo buono da bere, alle innumerevoli proprietà nutritive si aggiungono insospettabili doti anche nel campo cosmetico. Il latte è un valido alleato per contrastare la secchezza e la disidratazione  cutanea, ma anche per mantenere la pelle giovane e per distendere i nervi dopo una giornata faticosa. Vediamo qualche “ricetta” per usare il latte come cosmetico casalingo, latte magari avanzato o scaduto da qualche giorno, questa è un’idea perfetta di riciclo anti spreco. Prima “ricetta” bagni rilassanti.  Immergere il proprio corpo nel latte rende liscia e morbida la pelle. L’acido lattico è infatti un idratante ideale per le pelli sensibili grazie alla sua delicata azione di peeling, in più il grasso del latte ha un calmante per la cute stressata e ne ripristina l’equilibrio lipidico. Per beneficiare di questo trattamento di bellezza non è necessario rivolgersi a centri di benessere ma basta attrezzarsi un po’ a casa propria. Per un bel bagno profumato di latte e miele riempite la vasca versando nell’acqua mezzo bicchiere di olio bagno-nel-lattedi oliva e 10 gocce del vostro olio essenziale preferito, a parte sciogliete in 2 litri di latte mezza tazza di miele, meglio una varietà poco densa come ad esempio miele di acacia o il millefiori, fatto questo versate il tutto nella vasca aggiungendo 2 manciate di sale. A questo punto non vi resta che immergervi, magari creando un atmosfera rilassante con qualche candela profumata e il giusto sottofondo musicale. un altro bagno tonificante è quello al atte e farina di mais: mescolare con un frullatore una tazza di amido di mais con 2 tazze di latte in polvere e poi versare la miscela nella vasca, aggiungete a vostro piacimento qualche goccia di olio profumato. Gli usi del latte in campo estetico però non finiscono qui, la vitamine B presente nel siero è perfetta per eliminare le cellule morte, favorendo così la rigenerazione cellulare e rinforzando le fibre , capelli e unghie.  E’ possibile preparare delle maschere di bellezza che come effetto immediato doneranno nuovo splendore e luminosità alla pelle. Come quella a base di latte e argilla, che si ottiene mescolando 3 cucchiai di argilla in polvere e uno di miele in 3 cucchiai di latte fino ad ottenere una pasta cremosa e uniforme, da applicare sul viso per 20 minuti. Valido aiuto per le pelli arrossate sono invece il miele e la farina, mescolate in un cucchiaio di latte un cucchiaio di miele e uno di farina fino a far scomparire tutti i grumi. Dopo l’applicazione tenete il composto per 15 minuti e poi risciacquate, la vostra pelle irritata e magari un pò tagliata per il freddo o dal vento, beneficerà del potere cicatrizzante  e antibatterico delle sostanze zuccherine contenute nel miele. Anche gonfiori e occhiaie non hanno vita facile con il latte, una maschera fatta con un tuorlo, un cucchiaio di miele millefiori, uno di oliva e uno di latte fresco con un applicazione di soli 10 minuti produrrà un effetto quell’effetto tensore necessario e far sparire le fastidiose borse. e’ importante però sciacquarsi con acqua fredda che, come noto, restringe i pori.                                                                                                                                         Con il latte si possono naturalmente preparare anche creme e struccanti, poichè la sua base grassa lo rende un valido detergente con proprietà emollienti. Se avete le mani secche non rinunciate a una normale crema idratante, ma prima usate questo trucco per nutrire la pelle in profondità. Immergete un asciugamano in acqua e latte molto caldi, mettete acqua e latte in proporzioni uguali, circa 200 ml ciascuno, poi strizzate bene l’ asciugamano a questo punto infilate le mani nell’asciugamano e aspettate fino al completo rilascio del calore. Per struccarvi invece mescolate in una bottiglietta latte e olio, scegliendo in erboristeria l’oli0 che preferite tipo avocado ricco di vitamina E,  jojoba o karitè che è antirughe questi olii sono ottime alternativa all’olio di oliva che comunque va bene. Più l’olio sarà leggero e delicato e più facilmente sarà assorbito dall’epidermide, di conseguenza scorrerà meglio sulla pelle togliendo il make-up in un attimo.

 

 

 

Idratare la pelle dopo l’estate

Dopo l’estate e tante ore passate al sole la pelle appare più disidratata e dal colore spento, per ravvivarla basta seguire alcune semplici regole a tavola. Prima di tutto bisognerebbe bere tanta acqua, almeno 10 bicchieri al giorno e il primo bicchiere bisognerebbe berlo appena alzati a stomaco vuoto. Questo serve per depurare il corpo. Per idratare al meglio la pelle bisognerebbe mangiare in abbondanza verdura rossa come i pomodori che sono ricchi di licopene , un sostanza che rallenta l’invecchiamento della pelle e oltretutto permette di mantene l’abbronzatura più a lungo.                                                                                                                                                                 Altre verdure che aiutano a tenere in forma la pelle sono i peperoni gialli e le carote perchè sono ricchi di betacarotene, una sostanza che agisce da precursore alla vitamina A e che ha la capacità di nutrire la pelle in profondità contrastando gli effetti nocivi del sole.  Anche le verdure con foglie verde scuro, tipo cicoria bieta e rughetta, sono ricche di betacarotene e quindi permettono di prolungare l’abbronzatura, il consiglio è di mangiarne almeno 3 porzioni alla settimana.Wild berries Per concludere si consiglia di mangiare una porzione al giorno di frutti bi bosco che oltre a contenere acqua che permette alla pelle di essere idratata, sono ricchi di vitamine che proteggono i capillari, migliorano la circolazione e rendono bella la pelle. Seguendo questi consigli si idraterà la pelle e si manterrà l’abbronzatura più a lungo.

Rimedi naturali per combattere le zanzare

Le zanzare rappresentano, per molti, il terrore estivo per eccellenza . Le zanzare non ci lasciano dormire la notte ronzando puntualmente nel nostro orecchio, ci pungono ovunque e a noi rimangono solamente bubboni che ci prudono fino a frarci impazzire dal prurito. In commercio esistono, ovviamente, prodotti di ogni tipo e per ogni esigenza, dalle creme repellenti per la pelle alle candele alla citronella, gli spray tossici,   gli zampironi per il giardino e tanti altri. La natura però ci fornisce degli ottimi anti-zanzare come piante con profumi particolari o tessuti naturali che hanno la capacità di allontanare o meglio ancora non far avvicinare le fastidiose zanzare. Adesso vediamo 6 rimedi naturali per combattere le odiose zanzarepunture-di-insetti-rimedi!                                                                                     1. servirsi dell’alore vera. Possedere una pianta di aloe vera a casa può essere veramente utile. L’aloe è una pianta africana, pensate che contiene circa 200 omponenti attivi e 75 nutrimenti che la rendono un “guaritore naturale” che veniva utilizzato già in tempi antichi da Egizi, Assiri e Indiani. L’aloe è una piante molto facile da curare per cui adatta a tutti. Se hai una puntura di zanzara che ti tormenta basta tagliare una foglia di alore,schiacciarla lievemente in modo che ne esca la sostanza gelatinosa che è al suo interno. Una volta fuoriuscita la sostanza gelatinosa passate il pezzo di aloe sui vostri becconi prurigginosi e vedrete che da un immediato solievo rinfrescando la parte sfregata. Finita l’operazione non buttate il ramo usato ma riponetelo nel freezer per servirvene nuovamente un altra volta. Questa è una delle alternative ai prodotti chimici.basilico menta lavanda gerani                          2.  Il secondo rimedio è piantare basilico,menta, lavanda o gerani in balcone o giardino. Tenere a debita distanza le zanzare diventerà un gioco da ragazzi piantando una di queste piante o tutte.  Infatti queste piante possiedono un odore molto intenso che tiene le zanzare lontane .  Si può anche preparare una pomata naturale seguendo questi semplici consigli.  Mettete a bolliredelle foglie di menta e basilico fatele bollire fino a che non diventano tenere poi toglietele dall’acqua mettetele in una ciotola e deponetele in frigo, dopo qualche ora si otterranno delle foglie spalmabili alle quali si può aggiungere dell’olio di lavanda, calendula o citronella. Questo sarà un ottimo repellente da spalmare controle zanzare. Provatelo e poi non ptrete più farne a meno!Olio-di-Neem                                                                                                                      3.  Terzo rimedio è l’olio di neem che è un olio vegetale che si può trovare in erboristeria. l’olio di neem è ottenuto spremendo a freddo i semi della Azadirachata indica, una pianta originaria dell’India utilizzata nella medicina ayurvedica. Questa pianta ha proprietà antibatteriche, antibiotiche, antiparassitarie e antifiammatorie.  Questo olio è usato in numerosi prodotti di bellezza ma non solo, ha le capacità di proteggere piante e animali dai parassiti. In origine ha un odore piuttorto pungente perciò potete mischiarlo con oli essenziali dalle profumazioni forto ma gradevoli. E’ possibile applicare l’olio di neem direttamente sulla pelle, anche quella dei bambini, e sarà un ottimo repellente per le zanzare. Se viene spalmato sui becconi attenuerà sia il prurito che il rossore. Se possedete un giardino o un balcone con dei fiori potete aggiungere qualche gocciaa di olio di neem nell’acqua stagnante dei sottovasi ed eviterà che le larve di zanzara maturino.                                            4.  Il quarto consiglio è quello di indossare abiti di tessuti naturali come il lino, il cotone o la seta, questi tessuti oltre a essere leggeri e traspiranti sono repellenti naturali per le zanzare. Prestate attenzione anche ai colori degli abiti che indossate, alcuni scienziati hanno dimostrato che gli insetti vengono attratti dai colori scuri come ad esempio il nero,il verde, il viola, il blu e dai disegni.                                                                                                                      5. Il quinto consiglio utile è strofinare direttamente sulla pelle, anche dei neonati, un rametto di rosmarino.            6. Sesto ed ultimo consigli è quello di montare delle zanzariere sulle strutture selle finestre o intorno ai letti, soluzione efficace e pratica.                                                                                                                                                              Un consiglio mio è non usate le robe chimiche in commercio la natura ci fornisce naturalmete tutto quello di cui abbiamo bisogno basta imparare ad usarlo. ;)

Dare profumo alla casa in modo naturale

Lavanda, abete rosso, o un pot-pourri di rosmarino e vaniglia. Le opzioni per diffondere un aroma tutto vostro tra le mura domestiche sono tantissime, basta sapere come scerglierle. Non c’è niente di più rilassante che arrivare a casa ed essere accolti e abbracciati dal vostro profumo preferito, è una sensazione che contribuisce immediatamente al benessere complessivo dela persona.  In commercio esistono tantissimi tipi di profumi ma perchè invece non aprofittare della straordinaria varietà di erbe che ci offre la natura? Ad esempio il Monte Baldo, situato tra il Trentino e il Veneto, ospita il 43% dell’intera flora alpina ed è meta di studiosi ed appasionati  in particolare nel periodo delle fioriture.  Il consiglio  per il periodo estivo è quello di usare un profumo fresco tipo limone o i classici lavanda o menta mentre per i mesi più freddi è consigliato il pino cembro. Un profumo adatto a tutto l’anno è un mix di erba che va dal rosmarino alla lavanda con un pizzico di mente e pino cembro. Gli oli essenziali invece oltre a rendere la dimora più accogliente e personalizzata possono anche contribuire a rilassare e “coccolare” i sensi. Un profumo molto intenso lo sprigiona il pino mugo il pino cembro e l’abete rosso. Con queste essenze se si chiudono gli occhi si ha la sensazione di trovarsi in un bosco. Per rilassarsi invece va bene un olio essenziale alla lavanda o arancia o mandarino, se invece si desidera un profumo per una serata speciale per una cena a lume di candela il profumo ideale è ylang ylang o bergamotto.

97-guide-stress-rimedi-1Come diffondere il profumo per tutta la casa? Per prima cosa è bene sapere che è meglio prendere degli oli essenziali puri al 100% , in commercio esistono tanti preparati chimici e questi possono provocare mal di testa perchè le sostanze naturali sono ridotte al minimo. per diffondere il profumo per tutta la casa ci sono vari modi c’è il diffusore elettrico e quello manuale (spray) ma quello preferito è il brucia essenze. Il brucia essenze è un piccolo contenitore con sotto una candelina che scalda e fa evaporare il prodotto. Nel contenitore si mette dell’acqua e si versano poi dentro alcune gocce di olio essenziale, se la stanza è piccola bastano 2 gocce altrimenti se la stanza è di media grandezza se ne usano 3-4. La velocità di diffusione dipende dalla fiamma e anche dall’ essenza usata ad esempio la menta si sente prima della lavanda. Nei mesi invernali si possono sfruttare per la siffusione dll’essenza anche le vaschette dei caloriferi. Se si vuole fare a meno di candele o diffusori la soluzione è un pot-pourri con ad esempio delle bacche di vaniglia stecche di cannella e bastoncini di liquirizia sistemati in unca ciotola di ceramica o di terracotta.

 

Prendere al meglio la “tintarella” e i solari giusti per farlo

Fra poco inizia la bella stagione e si inizia a prendere la prima tintarella. Prendete tutto il sole che volete ma l’importante e’ proteggersi. Pensate che sull’erba vi abbronzate un 2%, nell’acqua un 5 %, sulla sabbia un 20% e sulla neve un 85% in piu’. Per prepararvi al meglio ecco alcuni consigli su prodotti che potreste utilizzare. Da un nuovo trattato sulla cosmetologia e’ apparso che i solari dell’anno precedente una volta aperti hanno perso completamente il loro indice di protezione. Prima si diceva che si dimezzava solo la protezione, quindi se a casa avevate un solare con SPF 30, l’anno dopo diventava con SPF 15. Per cui consiglio di liberarvi di tutte le creme solari vecchie anche perchè il sole è sempre più malato per cui meglio non rischiare e proteggersi al meglio.          Curate e proteggete al meglio il vostro viso, collo e decollete, ricordatevi sono le arval-il-sole-crema-solare-protettiva-antirughe-viso-spf30-50-ml.jpgzone piu’ vulnerabili, le parti che invecchiano più precocemente.Un prodotto prodotto valido e’ Arval , la crema solare protettiva anti rughe viso SPF 30. Si tratta di una protezione efficace anche contro l’invecchiamento cutaneo,protegge la pelle dai raggi UVA/UVB donando una naturale abbronzatura lasciando la pelle elastica e liscia. Questa crema è l’ideale per viso, collo e decolletè e la potete acquistare QUI.

collistar-spray-abbronzante-applicazione-ultra-rapida-water-resistant-alta-protezione-spf30-200-ml.jpg

Passiamo alla protezione del corpo, per chi non ama spalmare la crema ecco un comodissimo spray della collistar abbronzante idratante SPF20. Trasparente ultra fresco, si applica velocemente anche nelle zone piu’ difficili da raggiungere, si asciuga subito lasciando la pelle morbida e idratata. Questo spray è anti sabbia resistente all’acqua e al sudore è comodo e pratico a chi pratica sport e a chi ama la praticità. Per acquistare questo solare andate QUI

 

arval-solaire-abbronzatura-rapida-5-fiale-abbronzanti-spf-8-10-ml-5-doposole-10-ml.jpgAmate una tintarella selvaggia? Quello che fa per voi è Arval Half Times che in un solo week end promette un colorito esaltante. Si tratta di un acceleratore di abbronzatura unico.Un sistema sinergico di due specialita’ in pratiche confezioni monodose ( abbronzante rapido e fissante rapido) da applicare prima e dopo l’esposizione.Al sole applicate la fiale, e in un momento di pausa sole applicate la crema come fissante. Ideale per le gambe…..ricordate che le gambe hanno poca melanina e fanno piu’ fatica ad abbronzarsi. Per acquistare Araval Half Time andate QUI

collistar-balsamo-doposole-idratante-restitutivo-200-ml.jpgE dopo tutto questo sole ricordate di applicare un buon Doposole e non una crema idratante qualsiasi. Un buon doposole che mi sento di consigliarvi è  Collistar Balsamo Doposole Idratante Restitutivo. Vero trattamento restitutivo e rigenerante che compensa lo stress causato alla pelle dal sole e usato ogni giorno, fissa l’abbronzatura, la rende piu’ luminosa. Se volete acquistare Collistar Balsamo Doposole Idratante Restitutivo andate QUI

Dopo tutti questi consigli siete pronte per una tintarella perfetta e che dura nel tempo.

Per profumare il corpo usate il bicarbonato!

Come facciamo ad avere una pelle sempre detersa,morbida e profumata? Il suggerimento è quello di trasformare ogni momento sotto la doccia , oppure nella vasca da bagno, in un vero trattamento di bellezza. Per fare questo basta seguire alcuni semplici consigli. Per prima cosa si consiglia di fare il bagno o la doccia alla sera questo perchè lavarsi alla sera aiuta a dimenticare per un pò lo stress della giornata e aiuta anche a rilassarsi e favorisce un buon sonno. L’acqua  non bisogna usarla nè troppo calda nè troppo fredda la temperatura ideale sarebbe fra i 35 e i 38 gradi, cioè simila a lla temperatura corporea oppure leggermente più calda. Le temperature  dell’acqua troppo calde sottraggono alla pelle le sostanze grasse di cui ha bisogno e quindi la disidratano. La durata ideale di un bagno o di una doccia dovrebbe essere non più di   un quarto d’ora. Durante il bagno usate  il bicarbonato perchè è emoliente calmante e rinfrescante ed inoltre esalta il profumo naturale della pelle. Se si fa il bagno basterà fare sciogliere in un litro di acqua una tazza di bicarbonato  poi aggiungere il preparato nella vasca da bango preparata precedentemente. Se invece si preferisce la doccia versare il composto su un guanto di spugna e massaggiate delicatamente su tutto il corpo prima di fare la doccia. Il bicarbonato ha anche un forte potere sgrassante e quindi è particolarmente indicato per chi ha la pelle grassa. l’olio di lino invece è indicato per chi ha la pelle molto secca e disidratata da una lunga estate al sole. Se si fa il bagno bisogna far bollire prima cinque cucchiai di semi di lino in due litri di acqua lasciare raffreddare filtrare il tutto e versare il liquido nella vasca già piena. Invece se si fa la doccia versare il composto su un guanto di spugna e massaggiare tutto il corpo delicatamente, questo renderà la pelle più profumata e anche più idratata e vellutata.

 

Il sale e le sue molteplici proprietà!

Oggi parliamo del sale da cucina e di come possiamo impiegarlo anche al di fuori dell’insaporire i nostri piatti.

Come dicevamo tutti sappiamo, il sale da cucina è utilizzato per arricchire le pietanze, ma nasconde doti nascoste, come i suoi tanti benefici di bellezza. Il sale è immancabile in ogni tipologia di piatto, spesso viene demonizzato, dato che la sua assunzione eccessiva può comportare problemi al nostro corpo, tra i primi l’ipertensione e l’aumento della cellulite, ma il sale è un alimento che ha nella dieta alcune specifiche proprietà, una delle più importanti è il suo effetto disintossicante.

Non tutti sanno però i benefici che il sale può fare al nostro corpo, per aumentarne la bellezza, oltre ai pediluvi col sale e i suffumigi quando si hanno piccoli problemi respiratori, il sale è in grado di pulire la pelle grassa, mantenerla giovane e fresca, rimuovendo le cellule morte e le impurità; il sale può esser utilizzato per numerosi trattamenti vediamone alcuni.

Per i capelli: aggiungete in un vaporizzatore spray acqua calda, un cucchiaino di sale, dell’olio di cocco e un po’ di gel per capelli, si otterrete un perfetto prodotto per dar volume ai capelli, con onde naturali ed impeccabili.

Per la pelle: sempre in un vaporizzatore spray mettete acqua calda e un cucchiaino di sale poi basterà spruzzare i punti del volto dove la pelle è secca e grassa, i benefici giungeranno dopo alcuni giorni, rendendo la pelle lucida e fresca

Stesso discorso vale con un bagno salato, a cui oltre al sale, verrà aggiunto dell’olio essenziale di mandorle o cocco, per dar lucentezza a ogni parte del proprio corpo.

Per fare uno  scrub invece, bisogna amalgamare un cucchiaino di sale con un cucchiaino di olio d’oliva, massaggiare la pelle e dopo qualche minuto risciacquare con acqua fresca.

Per gli occhi:  imbevete una garza con acqua calda e un cucchiaino di sale e  posizionatelo  sopra gli occhi, così da renderli meno gonfi e diminuire d’ampiezza le fastidiose borse, donando agli occhi una nuova visione, fresca e genuina.

Questi sono solo alcuni dei vari utilizzi del sale ce ne sono tanti altri da scoprire.

Frutta secca… un piacere semplice.

Oggi vi parlo della frutta secca, a chi non piace?  Mandorle, noci,nocciole,arachidi,pinoli sono spesso usate nelle ricette regionali più disparate. Una caratteristica salutare della frutta secca è che non contiene zuccheri aggiunti e conservanti. Spesso la frutta secca viene usata come snack, viene usata spesso anche nei dolci e nei gelati e non da meno anche per fare delle ottime salse che accompagnano i cibi. Le proprietà della frutta secca sono molteplici, fa bene al cuore e anche alla dieta. Infatti mangiando quotidianamente, senza eccedere, noci, mandorle, nocciole, pistacchi ecc..  si da una mano a prevenire le malattie coronariche e si aiuta a ridurre i calcoli biliari e il diabete femminile. Piccole dosi di questi piaceri di fine pasto sono utili anche a mantenere il peso forma, perchè sebbene si tratti di cibi calorici sono anche elementi ricchi di grassi insaturi, che si metabolizzano molto velocemente. Il risultato? Moltissimi benefici per l’organismo con un grande apporto di proteine, fibre, vitamine, acidi grassi essenziali come omega 3 che aumentano il senso di sazietà inducendo quindi a mangiare di meno. La frutta secca contiene inoltre minerali come il ferro, il magnesio, lo zinco, il fosforo il potassio e sostane antiossidanti come il selenio.  La dose di frutta secca consigliata dagli esperti è di circa 30 grammi al giorno. Si fa presente che la frutta secca è molto calorica si pensi che ogni 100 grammi di noci equvalgono a circa 700 calorie, mentre per le nocciole sono 650 le calorie, un pò di meno sono per anacardi pinoli e pistacchi che sono circa 600 calorie.

Come depilarsi al meglio

In estate si sà, si indossano abiti corti e leggeri ed è importante avere sempre la pelle liscia e vellutata. Per mantenere la pelle morbida consiglio di depilarsi seguendo alcune sempli regole. Il primo consigli è massaggiare la pelle con dell’olio di lino per circa 10 minuti. L’olio di lino è ricco di proprietà idratanti ed è in grado di rendere la pelle più forte prima della depilazione e quindi anche di prevenire eventuali irritazioni.Per seconda cosa sulla pelle un getto di acqua calda per circa 2 minuti e massaggiare le parti da depilare con un guanto in fibra i cellulosa. Passate l’acqua calda perchè dilata i pori della pelle e questo agevola la depilazione rendendo lo strappo meno doloroso e riduce i rischi di traumi e di peli sottopelle. Anche passare il guanto in fibra di cellulosa facilita la depilazione perchè permette di eliminare le cellule morte che ricoprono la superficie della pelle ed inoltre rende la depilazione più duratura. Dopo aver effettuato la depilazione ,con una pinzetta rimuovete tutti i peli che sono rimasti sotto pelle e dopo stendete una crema o un gel idtatane. I peli mediamente crescono di un millimetro ogni 4 giorni per cui se vi depilate con il rasoio ogni 10 giorni circa vi dovrete depilare mentre se fate la ceretta la distanza tra una depilazione ed un altra sarà di tre o quattro settimane in quanto il pelo essendo strappato ci mette di più a ricrescere. Se soffrite di fragilità capillare evitate di fare la ceretta lo strappo violento può causare rotture di capillari. Dopo la depilazione evitate di usare profumi sulle zone depilare potrebbero causare delle irritazioni.