Impacco per i capelli alla Zucca

Ciao a tutti oggi vi propongo un favoloso impacco per i capelli alla zucca ottimo per i capelli secchi e con le doppie pumte!!

 

ngredienti per l’impacco alla zucca:

100 grammi di polpa di zucca cotta
4 cucchiai di olio di cocco
1 cucchiaio di succo di limone
1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva
1 cucchiaio di olio di jojoba

Torta-di-zucca-e-patate

Procedimento per l’impacco alla zucca:

Mischia tutti gli ingredienti in una ciotola, poi applica la maschera sui capelli umidi. Stendi il composto anche sulla cute se hai i capelli secchi, mettilo solo sulle lunghezze se hai i capelli grassi. Avvolgi i capelli con della pellicola trasparente e poi con una salvietta umida e calda per far penetrare meglio l’impacco. Tieni in posa 10 minuti, poi sciacqua con cura.

Io lo ho provato e i risultati sono stati ottimi.. provatelo e poi ditemi le vostre impressioni… ;)

Crema fai da te al cioccolato bianco

Ciao a tutti oggi voglio proporvi una crema fai da te golosissima al cioccolato bianco (che io del resto adoro).

 

Vediamo anzitutto il materiale occorrente, per preparare la crema:

1 contenitore chiuso ermeticamente con il coperchio;
2 parti di cioccolata bianca;
1 parte di olio di mandorle dolci;

olio essenziale di timo bianco.

Passiamo quindi ora alle fasi di preparazione della crema idratante al cioccolato:

anzitutto, sciogliere completamente a bagnomaria la cioccolata bianca;
aggiungere quindi lentamente l’olio di mandorle, mescolando dolcemente, onde amalgamarlo completamente con la cioccolata bianca disciolta;
a seguire, aggiungere infine l’olio di timo bianco, nella misura, rispetto al grado di profumazione desiderato, quindi amalgamarlo dolcemente, fino ad avere un composto fluido ed omogeneo;
lasciar quindi intiepidire il composto e versarlo infine nel contenitore;
una volta che la crema è fredda, chiudere ermeticamente il barattolo: la crema è pronta!

Sin dalle prime applicazioni di questa speciale crema la pelle risulterà più morbida e luminosa ma i risultati saranno davvero evidenti, solo grazie ad un costante impiego quotidiano: provare per credere!

Come mantenersi in forma camminando

Ormai le vacanze sono alle porte e nessuno di noi si sente perfettamente in forma, si ha sempre paura di avere qualche “rotolino” di troppo e cerchiamo rimedi dell’ultimo minuto per perdere gli ultimi kili.
Per tornare in forma basta qualche accorgimento sul mangiare e per mantenersi…  camminare!
Camminare fa bene, in tutti i sensi, e diverse ricerche dimostrano che chi cammina per una distanza di 10.000 passi al giorno ha una migliore salute cardiovascolare e livelli ridotti di zuccheri nel sangue. Scopri le dritte che ti rivelano come fare 10.000 passi al giorno senza troppo sforzo: piccole cose in grando di cambiare una vita.

Come Camminare 10.000 Passi al Giorno

Camminare aiuta quindi la salute e il benessere generale, tonifica, stimola la circolazione, aiuta a perdere i chili di troppo e mantenere il peso forma, oltre a migliorare la resistenza e la respirazione. Si tratta di un’attività fisica adatta a tutti, anche chi ha problemi alle ginocchia e alle articolazioni, senza contare che è la ginnastica più economica che ci sia — ti bastano un paio di scarpe comode e sei pronta per partire. Per questo dovresti cercare di camminare il più possibile, tutti i giorni, sfruttando piccole astuzie per fare più passi.

10.000 passi equivalgono a circa 8 km al giorno. Sembra tanto ma non lo è: una persona normale fa circa 3.000 passi al giorno soltanto durante le attività quotidiane in casa, quindi si tratta di un traguardo tranquillamente raggiungibile. L’ideale è una passeggiata di 30-40 minuti al giorno. Come fare? Ecco alcuni consigli utili.

festival-del-camminare

Consiglio 1: Contapassi

La prima cosa da fare è dotarsi di un contapassi da tenere addosso tutto il giorno. Anche il tragitto dalla cucina alla camera conta, così come i passi che si fanno al                           supermercato durante la spesa o i 5 minuti a piedi per andare alla posta.

Un buon contapassi ti aiuterà a tenere sotto controllo il numero di passi giornalieri: scegline uno con la funzione di memorizzazione dei dati giornalieri per poterli confrontare giorno dopo giorno, con il conta calorie incorporato e con la possibilità di impostare un target di passi quotidiani in modo da tenere d’occhio i tuoi progressi.

Se hai uno smartphone ci sono delle app che funzionano da contapassi. Un esempio è Pedometer Runtastic per iPhone: l’applicazione è gratuita e tiene traccia di ogni passo che fai per verificare se raggiungi i diecimila passi giornalieri raccomandati dai medici.

Consiglio 2: 10.000 o 5.000, l’Importante è Farlo

Non te la senti di fare 10.000 passi al giorno? Puoi camminare anche per distanze più corte: l’importante è tenerti attiva e farlo. Come nella regola dell’80% per la dieta — mangiare cibi sani l’80% del tempo, concedendosi un 20% di alimenti golosi — è meglio fare attività fisica ridotta piuttosto che non farla del tutto. Anche una passeggiata di 10 minuti è di aiuto e fa bene!

Consiglio 3: Prova con la Camminata Progressiva

Funziona così: parti lentamente e piano piano aumenti i tuoi passi giornalieri. La prima settimana fai una camminata di 10 minuti tutti i giorni, la seconda settimana fai una camminata di 15 minuti, la terza di 20 minuti e la quarta di 30 minuti.

A quel punto il corpo si sarà abituato e la resistenza sarà aumentata, senza contare che la passeggiata sarà diventata un’abitudine e la farai volentieri tutti i giorni. Quando ho iniziato a camminare non avevo voglia di farlo tutti i giorni, e credevo di non avere neppure il tempo; poi mi sono abituata e ora è il mio corpo a richiedere la camminata quotidiana. In più mi rendo conto che mezz’ora di camminata non incide minimamente sulla mia routine.

Perché non ci provi anche tu?

Valorizzare gli occhi per chi porta gli occhiali

Ciao a tutte
Chi come me porta gli occhiali sa benissimo che gli occhi e le sguardo vengono messi in secondo piano dalle lenti!
Se per gli uomini questo è del tutto indifferente, per le donne, invece, valorizzare lo sguardo e gli occhi è importantissimo per esaltare la femminilità e il sex appeal.

Ecco alcuni consigli da seguire per valorizzare lo sguardo dietro l’occhiale

1. Poichè le lenti graduate dell’occhiale tendono a rimpicciolire la zona occhi e gli stessi occhi, devi cercare di ampliare le palpebre, iniziando sfoltendo inferiormente le sopracciglia, che dovranno essere più ampie nella zona dell’attaccatura al naso e da metà in poi più sottili e leggermente tendenti verso l’alto.

2. Quando trucchi gli occhi, stendi sempre e accuratamente del correttore, intorno a tutto l’occhio, sia sulla palpebra superiore che su quella inferiore, in modo da attenuare le possibili imperfezioni, come occhiaie o piccole rughe d’espressione, che gli occhiali tendono ad evidenziare. Traccia poi una sottilissima striscia di eyeliner, sulla palpebra superiore molto vicina all’attaccatura delle ciglia e allungala qualche millimetro in più dell’occhio, traccia invece su quella inferiore una altrettanto sottile striscia di matita per occhi e ricongiungila a quella superiore. Aggiungi infine il mascara sia sulle ciglia superiori che su quelle superiori. L’effetto rimpicciolente sarà così svanito.

3. Le lenti dell’occhiale tendono inoltre a riflettere la luce, mettendo di conseguenza l’occhio in una leggera penombra, ti consiglio quindi di evitare di truccare troppo o in modo pesante gli occhi, di evitare l’utilizzo di ombretti, specialmente quelli dai colori molto forti, appariscenti o scuri, e se proprio non vuoi rinunciare all’ombretto fai uso di colori chiari; simili e vicini alla tua carnagione.

Seguendo questi piccoli accorgimenti avrete anche voi uno sguardo sexy e super femminile….

Come mettere l’ombretto

Volete imparare a mettere l’ombretto alla perfezione? Allora scopriamo insieme come.

Per prima cosa nel vostro beauty case dovreste sempre avere almeno tre tonalità di ombretto: una tinta chiara da applicare nell’interno dell’occhio e sull’arcata sopraccigliare per illuminare gli occhi, una tinta media per la palpebra mobile e una tinta più scura da stendere all’angolo esterno della palpebra per dare profondità.

Ora dovete fondere queste 3 tonalità di ombretto partendo sempre dalla sfumatura più chiara per arrivare alla più scura. Si può utilizzare un pennello o una spugnetta, da passare con delicatezza sulla palpebra; è importante non esagerare mai con l’ombretto o il risultato sarà troppo pesante. Sicuramente non volete che i vostri occhi sembrino ravvicinati e piccoli.

Per questo motivo, l’ombretto scuro va applicato solo all’angolo esterno della palpebra mobile e mai in quello interno: lì verrà stesa una pennellata di illuminante (del colore che preferite) per dare quel tocco di brillantezza al vostro sguardo.

19185_239430336182096_1922801396_n

 

 

 

Usate un primer o una base per ombretto:sono la chiave per avere un trucco preciso e a lunga durata invece di un ombretto sbavato.

Non usate ombretti perlati se non siete più giovanissime:gli ombretti luccicanti e perlati, soprattutto quando contengono glitter a volontà, illuminano molto gli occhi ma allo stesso tempo evidenziano le rughette, le palpebre pesanti e i segni di espressione. Se non potete fare a meno dei glitter usateli solo sull’arcata sopraccigliare.

Ricordate sempre che se truccate molto gli occhi usate solo un lucidalabbra e se mettete un rossetto di una tonalità accesa truccate pochissimo gli occhi per non sembrare delle maschere. Infine, per avere un ombretto perfetto, ricordate di usare il bianco: è un colore perfetto per rendere gli occhi più luminosi. Il segreto è applicare un tocco di matita bianca nell’angolo interno degli occhi: non solo li farà brillare, ma li renderà anche più grandi.

Luca Parmitano

Luca Parmitano ,

è l’astronauta italiano che si trova a bordo della stazione spaziale  ISS (international space station ) grande come un campo di calcio a  400 KM sopra le nostre teste, dove vi rimmarrà   per un lungo periodo, con uno svolgimento di missione che va da un livello ingegneristico ad un livello scientifico e di sperimentazione  anche direttamente  sulla  sua persona .Ci sarà per il nostro Astronauta, Maggiore dell’ aereonautica militare italiana,  anche una missione Extravecicolare in programma (passeggiata spaziale ) al fine di effettuare lavori di manutenzione e anche di preparazione della stazione stessa all’istallazione di altri moduli che saranno inviati nei giorni a seguire durante la sua permanenza sulla stazione orbitante. Parmitano inoltre descrive questa fantastica esperienza come qualcosa di straordinario difficile da speiegare a parole , dove l’assenza di gravità ne fa da padrona e  il senso dell’alto e il basso vengono accantonati fino al rientro a terra previsto per questo autunno!

752829main_iss036e002224_1600_1600-1200

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’astronauta dice di stare bene e di essersi adattato alla vita della stazione spaziale senza nessun problema e di essere già a lavoro a pieno ritmo (circa 8 ore e mezza ),tanto e’ che non si e’ quasi accorto che una settimana e’ gia’ passata, di andare spesso nella cupola per scattare foto da inviare a terra a noi curiosi e di svolgere attività fisica programmata, al fine di salvaguardare l’organismo il quale subisce stress e deve adattarsi comunque a una condizione non naturale  in assenza di gravità.  Alla domanda su che  cosa gli manca di più dell’ambiente terrestre egli risponde : ” un bel caffe’ espresso”……

cupola-iss025e009840

 

 

 

 

 

 

 

Quindi in attesa che il veicolo ATV contenente strumentazione , ricambi , e scorte alimentari per gli Astronauti  lanciato qualche giorno fa e in orbita, in procinto di attraccare allaISS  facciamo tutti i migliori Auguri al nostro Astronauta  Luca Parmitano.

Intervista al nostro Astronauta Luca Parmitano