camminare

Una camminata in riva al mare

Due passi sul bagnasciuga per bruciare i grassi,tonificare i muscoli e scaricare lo stress accumulato durante l’anno.Ecco tutti i benefici di un attività semplice e alla portata di tutti..

Rassodare gambe,cosce, addominali e glutei,migliorare la postura e prevenire osteoporosi e artrosi, per godere di tutti questi benefici non servono palestre iper accessoriare o capacità ginniche sopra la media, basta camminare sulla spiaggia.Con un pò di costanza e metodo,quest’attività semplice e rilassante che tutti fanno volentieri al mare, tra una nuotata e una pagina di parole crociate, può diventare un vero e proprio toccasana per il corpo e per lo spirito. Per trasformare la passeggiata quotidiana in uno sport è bene sapere che la spiaggia è una palestra naturale con rischi praticamente nulli. Se siete sedentari durante tutto l’anno incominciate con venti minuti di camminata a passo svelto,alternando tratti sulla spiaggia bagnata a quelli sulla spiaggia asciutta,in questo modo i muscoli riceveranno sollecitazioni diverse a beneficio della circolazione sanguigna. Aumentate gradatamente giorno dopo giorno, ricordandovi di tenere un ritmo sostenuto e una falcata ampia. L’ideale è trovarsi un compagno di allenamento con cui chiacchierare, l’importante è che abbia la stessa vostra velocità.
P1010156

Chi invece pratica con regolarità sport durante l’anno, può viverla come un attività di defaticamento per consumare un pò di calorie e tenersi in allenamento. Indossate pantaloncini e maglietta di cotone o direttamente un costume comodo, spalmatevi di abbondante crema solare e non dimenticatevi il cappellino in testa per proteggervi dalle insolazioni, ora siete pronti per la vostra camminata. I vantaggi che ne trarrete saranno tantissimi, uno tra tutti è la riduzione delle possibilità di avere un tumore al colon. Secondo uno studio pubblicato sull’international journal of cancer chi fa una passeggiata di un’ ora al giorno a passo svelto ha il 31% di possibilità in meno di sviluppare questa patologia. Inoltre camminare veloce rafforza il sistema immunitario, previene i disturbi cardiocircolatori ed è un toccasana per l’umore perchè elimina lo stress accumulato durante l’anno e contribuisce a mettere in circolo le endorfine.
Per praticare queste salutari camminate si può approffittare delle località marine di villeggiatura o in alternativa per chi ama la montagna si possono fare in riva al lago, tipo quello di Ledro in Trentino o quello di Dobbiaco in Alto Adige.
Se le vostre camminate le fate al mattino sono ancora più salutari…

Come mantenersi in forma camminando

Ormai le vacanze sono alle porte e nessuno di noi si sente perfettamente in forma, si ha sempre paura di avere qualche “rotolino” di troppo e cerchiamo rimedi dell’ultimo minuto per perdere gli ultimi kili.
Per tornare in forma basta qualche accorgimento sul mangiare e per mantenersi…  camminare!
Camminare fa bene, in tutti i sensi, e diverse ricerche dimostrano che chi cammina per una distanza di 10.000 passi al giorno ha una migliore salute cardiovascolare e livelli ridotti di zuccheri nel sangue. Scopri le dritte che ti rivelano come fare 10.000 passi al giorno senza troppo sforzo: piccole cose in grando di cambiare una vita.

Come Camminare 10.000 Passi al Giorno

Camminare aiuta quindi la salute e il benessere generale, tonifica, stimola la circolazione, aiuta a perdere i chili di troppo e mantenere il peso forma, oltre a migliorare la resistenza e la respirazione. Si tratta di un’attività fisica adatta a tutti, anche chi ha problemi alle ginocchia e alle articolazioni, senza contare che è la ginnastica più economica che ci sia — ti bastano un paio di scarpe comode e sei pronta per partire. Per questo dovresti cercare di camminare il più possibile, tutti i giorni, sfruttando piccole astuzie per fare più passi.

10.000 passi equivalgono a circa 8 km al giorno. Sembra tanto ma non lo è: una persona normale fa circa 3.000 passi al giorno soltanto durante le attività quotidiane in casa, quindi si tratta di un traguardo tranquillamente raggiungibile. L’ideale è una passeggiata di 30-40 minuti al giorno. Come fare? Ecco alcuni consigli utili.

festival-del-camminare

Consiglio 1: Contapassi

La prima cosa da fare è dotarsi di un contapassi da tenere addosso tutto il giorno. Anche il tragitto dalla cucina alla camera conta, così come i passi che si fanno al                           supermercato durante la spesa o i 5 minuti a piedi per andare alla posta.

Un buon contapassi ti aiuterà a tenere sotto controllo il numero di passi giornalieri: scegline uno con la funzione di memorizzazione dei dati giornalieri per poterli confrontare giorno dopo giorno, con il conta calorie incorporato e con la possibilità di impostare un target di passi quotidiani in modo da tenere d’occhio i tuoi progressi.

Se hai uno smartphone ci sono delle app che funzionano da contapassi. Un esempio è Pedometer Runtastic per iPhone: l’applicazione è gratuita e tiene traccia di ogni passo che fai per verificare se raggiungi i diecimila passi giornalieri raccomandati dai medici.

Consiglio 2: 10.000 o 5.000, l’Importante è Farlo

Non te la senti di fare 10.000 passi al giorno? Puoi camminare anche per distanze più corte: l’importante è tenerti attiva e farlo. Come nella regola dell’80% per la dieta — mangiare cibi sani l’80% del tempo, concedendosi un 20% di alimenti golosi — è meglio fare attività fisica ridotta piuttosto che non farla del tutto. Anche una passeggiata di 10 minuti è di aiuto e fa bene!

Consiglio 3: Prova con la Camminata Progressiva

Funziona così: parti lentamente e piano piano aumenti i tuoi passi giornalieri. La prima settimana fai una camminata di 10 minuti tutti i giorni, la seconda settimana fai una camminata di 15 minuti, la terza di 20 minuti e la quarta di 30 minuti.

A quel punto il corpo si sarà abituato e la resistenza sarà aumentata, senza contare che la passeggiata sarà diventata un’abitudine e la farai volentieri tutti i giorni. Quando ho iniziato a camminare non avevo voglia di farlo tutti i giorni, e credevo di non avere neppure il tempo; poi mi sono abituata e ora è il mio corpo a richiedere la camminata quotidiana. In più mi rendo conto che mezz’ora di camminata non incide minimamente sulla mia routine.

Perché non ci provi anche tu?