frutta

Come capire se il gelato è buono? Ecco alcuni consigli

Ciao a tutti oggi voglio parlarvi del gelato, come fare a capire quando è buono e capire se è “vecchio”.
Il gelato è un alimento molto amato ma non tutti sanno come si produce e ancora meno che viene prodotto con le polverine che sono una miscela di latte in polvere, stabilizzanti, addensati e destrosio, base a cui poi vengono aggiunti gli ingredienti, frutta fresca.
La differenza però è su come viene fatta questa polverina; il 90% delle gelaterie le acquista già fatte da fornitori industriali, mentre il prodotto artigianale nasce dallo studio e dalla personalizzazione di questa polvere in collaborazione con uno chef mastro gelatiere.
Cerchiamo di capire come dovrebbe essere un buon gelato.
Se il gelato è troppo lucido è pieno di grassi e/o zuccheri, in particolare i grassi hanno un potere anticongelante quindi tendono a sciogliere il gelato in superficie conferendogli lucidità e questo non va bene.
Un buon gelato deve avere una trama ruvida per indicare buona qualità di aria nel gelato.
I gelati enormi che vediamo nelle vetrine senza sciogliersi sono totalmente innaturali quindi al loro interno sono presenti molti addensanti chimici e anche questo non va decisamente bene.
Il buon gelato non si deve sciogliere subito e farsi liquido in pochi secondi, inoltre non deve stimolare un’immediata sensazione di sete altrimenti vuol dire che contiene molti grassi e zuccheri.
Se il gelato è troppo freddo è ancora colpa dei grassi, il loro potere decongelante richiede che il gelato sia mantenuto a temperatura molto fredda se no appunto si squaglia subito.
Frammenti di ghiaccio nel gelato? Vuol dire che è vecchio, mal conservato, riutilizzato e ri-mantecato per cui del tutto da evitare.
Questi sono alcuni consigli per gustare un gelato buono e non prendere delle “fregature” spero vi siano utili, aspetto di sapere quali sono i vostri gusti preferiti ;)

La mela e tutti i suoi benefici….

Oggi vi parlo di un frutto che conosco molto bene abitando in Alto Adige… La Mela!! Non è un mistero che la mela fa bene alla salute, aiuta la memoria, rende più giovane la pelle ed aiuta a dimagrire. L a mela è  un frutto di varie forme e colori che contiene circa l’85% d’acqua. Sono presenti più di 1.000 varietà in commercio, viene utilizzata molto durante le dieta perché da un senso di sazietà apportando solo 45-57 calorie per 100 grammi di frutto. Ogni mela fornisce gli zuccheri necessari al nostro organismo per circa il 12-18% del suo peso costituiti soprattutto da fruttosio, unico zucchero con indice glicemico basso. Anche la mela ha una buona dose di fibre, in media il 12,7%, in particolare la pectina, fibra idrosolubile che favorisce la peristalsi intestinale e riduce i livelli di colesterolo nel sangue. Ogni mela apporta in media 12mg/100 grammi di vitamina C, il 20% del bisogno giornaliero per un adulto, il contenuto di vitamina C è al massimo quando il frutto è maturo e si concentra soprattutto nella buccia (25-50% della quantità totale). La mela è perfetta in caso di gastroenterite, diarrea, calcoli biliari, diete dimagranti, può esser consumata anche in caso di diabete e non favorisce le fermentazione intestinali. La mela si può mangiare come frutto fresco, in macedonia, grattugiata o a fettine; si può cuocere in pentola o al forno, si usa per preparare crostate, strudel, frittelle, dolci al cucchiaio, confetture. Può essere anche essiccata. Nella mela vi è contenuto il piruvato con ben 450 milligrammi per mela; solitamente il piruvato è prodotto nell’organismo durante il processo di metabolismo del glucosio. Tale sostanza aiuta a inibire gli accumuli di grasso, favorendo la riduzione delle scorte adipose.  La mela è ottima anche per chi  soffre di infiammazioni intestinali  sopratutto la buccia.  Si consiglia di mangiare almeno 3 mele al giorno.

Rinforzare il sistema immunitario: 10 cosigli

Con gli sbalzi di temperatura e il cambio di stagione è facile ritrovarsi ammalati, per questo motivo rafforzare il proprio sistema immunitario è utilissimo per evitare di passare molti giorni a letto tra starnuti e medicine. Ora vi svelo 10 buoni sistemi per rafforzare il nostro sistema immunitario in maniera naturale e semplice. Per prima cosa bevete limoni. Il limone ristabilisce l’equilibrio acaido-alcalino, bere spremute fresche di limone diluite in acqua o usate come condimento nelle insalate, aiutano a mantenere il clima interno del corpo ad un PH capace di aiutare lo sviluppo dei batteri utili invece che dei virus o batteri dannosi.  Per seconda cosa usate delle erbe.  Integratori e tinture madri a base di erbe possono essere un grande aiuto per il sistema immunitario, soprattutto durante l’inverno. Oli essenziali e medicine basate sulle piante sono tutte ben accette. Dormire una notte intera di buon sonno è un altra cosa molto importante . Il corpo ha bisogno di minimo 6 ore di sonno ad un massimo di 10 per notte, assecondate sempre il vostro fabbisogno; il sonno è collegato all’equilibrio ormonale, fa dimagrire, ragionare e pensare meglio, inoltre migliora l’umore e rende la pelle più luminosa. Mangiare abbastanza proteine è importante. Le proteine mantengono in salute il corpo, la mente e il sistema immunitario; le diete povere di proteine tendono ad essere molto ricche di carboidrati che vengono convertiti in glucosi e aumentano la glicemia nel sangue sforzando maggiormente pancreas e sistema immunitario. Bevere molta acqua è fondamentale.  Molti mal di testa insorgono perché la gente non beve molta acqua: mal di testa e sete sono sintomi di disidratazione. Beviamo poco caffè.  Alcuni recenti studi indicano il cioccolato e il caffè gli alimenti peggiori da assumere per la propria salute e per il proprio sistema immunitario. La caffeina sottrae al nostro corpo minerali e vitamine, e ci disidrata. Evitiamo lo zucchero raffinato. Lo zucchero bianco può creare molti problemi al sistema immunitario, si consiglia di eliminarlo per trarne vantaggi sull’energia, sul peso, sulle capacità di ragionare più lucidamente. Optare per zuccheri più salutare come il succo d’agave e di stevia, mentre evitate dolcificanti artificiali. Mangiamo molta frutta e verdura. Grazie alla loro elevata quantità di antiossidanti, vitamine, minerali ed enzimi sono un toccasana per la salute; molte vitamine, tra cui quella C, sono antiossidanti e proteggono le cellule, incluse quelle del sistema immunitario da danni delle tossine. Stiamo un po’ di tempo al freddo.  Stare un po’ di tempo fuori aiuta il fisco a rafforzarsi; la maggior parte di noi passa il 90% della propria vita in ambienti chiusi, respirando germi di altre persone. Un po’ di aria aperta e freddo aiutano la stimolazione della tiroide. Dedichiamoci a noi stessi. Non dimenticate di ritagliarvi del tempo per voi stessi, state insieme agli amici, concedetevi un massaggio, un bagno caldo o dell’esercizio fisico. Scaricate lo stress e le ansie, createvi uno spazio tutto per voi, costruitevi un ambiente pieno d’amore e gioia e non trascuratevi. Fate attenzione ai primi accenni di raffreddore e mal di gola e intervenite prima che questi peggiorino.

Gelato il dolce più fresco dell’estate!

Oggi vi parlo di qualche curiosità sul dolce prediletto dell’estate il Gelato!!

Il gelato è la merenda ideale nelle calde giornate della bella stagione,meritato premio a conclusione di una lunga nuotata o di una passeggiata. Niente di meglio di una coppa di gelato, che non solo soddisfa le nostre papille gustative e ci ristora nell’afa dei pomeriggi estivi, ma è anche un alimento nutriente e sano adatto ai giovani sportivi, agli anziani, alle donne in dolce attesa e agli adolescenti nell’età dello sviluppo questo grazie al lattosio e al saccarosio fonti immediate di energia.

La storia del gelato ha origini antiche i primi tentativi sperimentali sono stati di creare delle granite per mezzo della neve, ma a concepire l’idea del gelato vero e proprio fu un tale Ruggeri di Firenze che lo preparò per la prima volta, unendo panna,frutta e zabaione , per le nozze di Caterina de’ Medici ed Enrico d’Orleans nel 1547. Altra figura fondamentale è stato Francesco Procopio dei Coltelli, cuoco siciliano, che perfezionò una macchina inventata da suo nonno che riusciva a produrre il gelato mescolando uniformemente crema,frutta,zucchero e ghiaccio. Grazie a questa macchina fece la sua fortuna, aprendo a Parigi nel 1686 il caffè Procope di cui il re Luigi XIV ne fu entusiasta.

primavera

Oggi la famiglia dei gelati è suddivisa creme e gusti alla frutta , le prime sono realizzate utilizzando una base di latte, zucchero e uovaalla quale si uniscono, incorporando aria per raggiungere la giusta consistenza, cioccolato, vaniglia, nocciole o pistacchio, per citare le più note. Anche i gelati alla frutta possono essere preparati con latte e uova, in questo caso risulteranno più cremosi, ma perchè il prodotto risulti più leggero spesso ci si limita a frutta e zucchero (il cosiddetto sorbetto). Diversa è anche l’energia che apportano: 200 calorie per 100 gr di gelato alla crema( 4g di proteine, 26 di carboidrati, e 9 g di grassi) contro le 120 calorie per la stessa quantità di gelato alla frutta, nel quale sui grassi prevalgono di gran lunga le vitamine. Ma chi è attento alla linea non deve rinunciare al gelato ,anzi lo può sostituire a uno dei pasti principali perchè ricco di vitamine A e B2, calcio,fosforo e di proteine di alto valore biologico(contenute nel latte e nelle uova) facilmente digeribili e assimilabili. Il contenuto lipidico è costituito da grassi di buona qualità che il nosto organismo è capace di consumare rapidamente.

Quella del gelato è una paternità che il mondo ci riconosce a noi Italiani, del resto delle 70 mila gelaterie artigianali presenti nel nostro pianeta la metà si trovano proprio in Italia!