latte

Il latte ti fa bella.. trattamenti fai da te!

Oggi parliamo del latte e dei suoi utilizzi. Il latte non è solo buono da bere, alle innumerevoli proprietà nutritive si aggiungono insospettabili doti anche nel campo cosmetico. Il latte è un valido alleato per contrastare la secchezza e la disidratazione  cutanea, ma anche per mantenere la pelle giovane e per distendere i nervi dopo una giornata faticosa. Vediamo qualche “ricetta” per usare il latte come cosmetico casalingo, latte magari avanzato o scaduto da qualche giorno, questa è un’idea perfetta di riciclo anti spreco. Prima “ricetta” bagni rilassanti.  Immergere il proprio corpo nel latte rende liscia e morbida la pelle. L’acido lattico è infatti un idratante ideale per le pelli sensibili grazie alla sua delicata azione di peeling, in più il grasso del latte ha un calmante per la cute stressata e ne ripristina l’equilibrio lipidico. Per beneficiare di questo trattamento di bellezza non è necessario rivolgersi a centri di benessere ma basta attrezzarsi un po’ a casa propria. Per un bel bagno profumato di latte e miele riempite la vasca versando nell’acqua mezzo bicchiere di olio bagno-nel-lattedi oliva e 10 gocce del vostro olio essenziale preferito, a parte sciogliete in 2 litri di latte mezza tazza di miele, meglio una varietà poco densa come ad esempio miele di acacia o il millefiori, fatto questo versate il tutto nella vasca aggiungendo 2 manciate di sale. A questo punto non vi resta che immergervi, magari creando un atmosfera rilassante con qualche candela profumata e il giusto sottofondo musicale. un altro bagno tonificante è quello al atte e farina di mais: mescolare con un frullatore una tazza di amido di mais con 2 tazze di latte in polvere e poi versare la miscela nella vasca, aggiungete a vostro piacimento qualche goccia di olio profumato. Gli usi del latte in campo estetico però non finiscono qui, la vitamine B presente nel siero è perfetta per eliminare le cellule morte, favorendo così la rigenerazione cellulare e rinforzando le fibre , capelli e unghie.  E’ possibile preparare delle maschere di bellezza che come effetto immediato doneranno nuovo splendore e luminosità alla pelle. Come quella a base di latte e argilla, che si ottiene mescolando 3 cucchiai di argilla in polvere e uno di miele in 3 cucchiai di latte fino ad ottenere una pasta cremosa e uniforme, da applicare sul viso per 20 minuti. Valido aiuto per le pelli arrossate sono invece il miele e la farina, mescolate in un cucchiaio di latte un cucchiaio di miele e uno di farina fino a far scomparire tutti i grumi. Dopo l’applicazione tenete il composto per 15 minuti e poi risciacquate, la vostra pelle irritata e magari un pò tagliata per il freddo o dal vento, beneficerà del potere cicatrizzante  e antibatterico delle sostanze zuccherine contenute nel miele. Anche gonfiori e occhiaie non hanno vita facile con il latte, una maschera fatta con un tuorlo, un cucchiaio di miele millefiori, uno di oliva e uno di latte fresco con un applicazione di soli 10 minuti produrrà un effetto quell’effetto tensore necessario e far sparire le fastidiose borse. e’ importante però sciacquarsi con acqua fredda che, come noto, restringe i pori.                                                                                                                                         Con il latte si possono naturalmente preparare anche creme e struccanti, poichè la sua base grassa lo rende un valido detergente con proprietà emollienti. Se avete le mani secche non rinunciate a una normale crema idratante, ma prima usate questo trucco per nutrire la pelle in profondità. Immergete un asciugamano in acqua e latte molto caldi, mettete acqua e latte in proporzioni uguali, circa 200 ml ciascuno, poi strizzate bene l’ asciugamano a questo punto infilate le mani nell’asciugamano e aspettate fino al completo rilascio del calore. Per struccarvi invece mescolate in una bottiglietta latte e olio, scegliendo in erboristeria l’oli0 che preferite tipo avocado ricco di vitamina E,  jojoba o karitè che è antirughe questi olii sono ottime alternativa all’olio di oliva che comunque va bene. Più l’olio sarà leggero e delicato e più facilmente sarà assorbito dall’epidermide, di conseguenza scorrerà meglio sulla pelle togliendo il make-up in un attimo.

 

 

 

Formaggio di capra… tutti i benefici

Oggi vi voglio parlare del latte di capra. Il latte di capra è nutriente , saporito e anche digeribile, queste e molte altre sono le ragioni per cui il formaggio di capra merita di trovare sempre più posto sulle nostre tavole. Considerato da molti una sorta di fratello minore del formaggio di latte vaccino, in realtà è ancor più ricco di principi nutritivi. Il latte di capra con cui si si producono formagi e diversi prodotti caseari è probabilmente il più antico del mondo poichè era consumato già in tempi remoti dall’uomo, ben prima del latte vaccino. Sopratutto nelle culture del meditteraneo e del medio oriente era scelto come nutriento principale di neonati e bambini. I motivi del successo del formaggio di capra presso le civiltà antiche sono presto detti. Prima di tutto è più digeribile e magro e contiene più ferro e calcio rispetto ai prodotti caseari a base di latte vaccino. I formaggi caprini possono essere consumati anche da coloro che sono intolleranti alle proteine del latte vaccino, mentre non possono essere assunti dalle persone allergiche al lattosio. Il formaggio di capra è anche più eco friendly perchè l’allevamento delle capre è meno intensivo rispetto a quello dei bovini. I formaggi di capra sono degli ottimi sostituti rispetto a quelli vaccini dal punto di vista non solo nutritivo ma anche gastronomico. Fresco o stagionato, ciascun tipo di formaggio di capra può essere impiegato in quelle preparazioni dove altrimenti si userebbe un prodotto caseario vaccino. al momento dell’acquisto bisogna leggere bene l’etichetta per accertarsi che il formaggio sia prodotto con latte di capra e non con latte misto.

Gelato il dolce più fresco dell’estate!

Oggi vi parlo di qualche curiosità sul dolce prediletto dell’estate il Gelato!!

Il gelato è la merenda ideale nelle calde giornate della bella stagione,meritato premio a conclusione di una lunga nuotata o di una passeggiata. Niente di meglio di una coppa di gelato, che non solo soddisfa le nostre papille gustative e ci ristora nell’afa dei pomeriggi estivi, ma è anche un alimento nutriente e sano adatto ai giovani sportivi, agli anziani, alle donne in dolce attesa e agli adolescenti nell’età dello sviluppo questo grazie al lattosio e al saccarosio fonti immediate di energia.

La storia del gelato ha origini antiche i primi tentativi sperimentali sono stati di creare delle granite per mezzo della neve, ma a concepire l’idea del gelato vero e proprio fu un tale Ruggeri di Firenze che lo preparò per la prima volta, unendo panna,frutta e zabaione , per le nozze di Caterina de’ Medici ed Enrico d’Orleans nel 1547. Altra figura fondamentale è stato Francesco Procopio dei Coltelli, cuoco siciliano, che perfezionò una macchina inventata da suo nonno che riusciva a produrre il gelato mescolando uniformemente crema,frutta,zucchero e ghiaccio. Grazie a questa macchina fece la sua fortuna, aprendo a Parigi nel 1686 il caffè Procope di cui il re Luigi XIV ne fu entusiasta.

primavera

Oggi la famiglia dei gelati è suddivisa creme e gusti alla frutta , le prime sono realizzate utilizzando una base di latte, zucchero e uovaalla quale si uniscono, incorporando aria per raggiungere la giusta consistenza, cioccolato, vaniglia, nocciole o pistacchio, per citare le più note. Anche i gelati alla frutta possono essere preparati con latte e uova, in questo caso risulteranno più cremosi, ma perchè il prodotto risulti più leggero spesso ci si limita a frutta e zucchero (il cosiddetto sorbetto). Diversa è anche l’energia che apportano: 200 calorie per 100 gr di gelato alla crema( 4g di proteine, 26 di carboidrati, e 9 g di grassi) contro le 120 calorie per la stessa quantità di gelato alla frutta, nel quale sui grassi prevalgono di gran lunga le vitamine. Ma chi è attento alla linea non deve rinunciare al gelato ,anzi lo può sostituire a uno dei pasti principali perchè ricco di vitamine A e B2, calcio,fosforo e di proteine di alto valore biologico(contenute nel latte e nelle uova) facilmente digeribili e assimilabili. Il contenuto lipidico è costituito da grassi di buona qualità che il nosto organismo è capace di consumare rapidamente.

Quella del gelato è una paternità che il mondo ci riconosce a noi Italiani, del resto delle 70 mila gelaterie artigianali presenti nel nostro pianeta la metà si trovano proprio in Italia!